Ospedale San Luigi di Orbassano – Torino

Ospedale San Luigi di Orbassano – Torino

banner

Progettazione Definitiva Ed Esecutiva Per La Realizzazione Di nuova Camera Calda, Sala d’attesa E Magazzini Per Il Dea dell’Ospedale San Luigi di Orbassano (To)

Il progetto consiste nella realizzazione della camera calda e degli spazi annessi all’interno dell’ospedale San Luigi di Orbassano (To). Il nuovo progetto è stato sviluppato e redatto nel rispetto della normativa vigente in materia di progettazione di strutture ospedaliere e nello specifico di locali da adibire a camera calda ,nonché tenendo conto delle specifiche richieste ed esigenze poste dalla committenza tra cui:

-quella di locali al piano interrato da destinare a spogliatoi sia per donne che per uomini;

-quella di predisporre e progettare il nuovo intervento relativo alla costruzione di un corpo di fabbrica all’interno dell’attuale cortile in funzione di una futura sopraelevazione

Il progetto consta di quattro parti principali:

– Camera calda la quale ha una superficie di circa 98 mq che andrà ad occupare la zona antistante l’edificio come da progetto preliminare.

La struttura è stata prevista in c.a., con rampe di accesso sia carrabili (per le autoambulanze) che pedonali, con pendenza idonea al superamento delle barriere architettoniche, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

Nella camera calda sono previste: pareti in muratura a cassa vuota, per garantire un adeguato isolamento termico, ampie vetrate e due porte a scorrimento veloce per l’ingresso delle autoambulanze.

Tali porte sono costituite da un telaio fisso in lamiera zincata e teli flessibili in PVC trasparente, adeguatamente rinforzati nei punti di maggior sollecitazione, che consentono una sufficiente aerazione naturale.

Il livello di illuminazione previsto dalle norme nella misura di 1/8 di superficie di pavimento, è ampiamente soddisfatto dalle grandi vetrate presenti.

La pavimentazione realizzata sarà del tipo industriale con finitura monolitica a base di quarzo puro sferoidale.

La nuova struttura sarà dotata di impianto di riscaldamento oltre che di aspiratori per mantenere l’ambiente in depressione e quindi evitare che i gas di scarico delle ambulanze invadano la struttura del pronto soccorso.

Superficie totale =113.35mq

Volume totale =473.77mc

– Locale Triage o di primo intervento adiacente alla camera calda con struttura in c.a. e con una superficie di circa 35 mq, dotato di ingressi differenziati in base al codice delle emergenze. Come per la camera calda sono previste pareti in muratura a cassa vuota. La pavimentazione sarà realizzata con piastrelle di gres ceramico fine porcellanato. L’aerazione naturale e la verifica del rapporto aeroilluminante saranno garantiti da un ampio lucernario continuo (dimensioni in pianta cm 100×450) in polimetilmetacrilato trasparente dotato di un sistema di apertura automatico.

Superficie totale =38mq

Volume totale =159mc

– Sala attesa con una superficie di circa 88 mq realizzata con una struttura leggera in acciaio poiché la situazione esistente non permetteva di ricorrere ad una struttura tradizionale in quanto la presenza dell’interrato avrebbe reso l’intervento estremamente invasivo.

Tale struttura è collocata dove attualmente avviene l’arrivo delle autoambulanze.

La copertura è costituita da lastre isolanti in acciaio a profilo grecato, protetta superiormente da uno speciale rivestimento anticorrosivo e insonorizzante a base bituminosa. Tali lastre poggeranno sulla carpenteria metallica, costituita da travi di orditura principale del tipo IPE 450 e travi di orditura secondaria del tipo IPE 140, adeguatamente collegate (tramite saldature e bullonature) e controventate. La pendenza minima del 5 % necessaria per un corretto smaltimento delle acque piovane, sarà ottenuta con l’impiego di sostegni telescopici. La verifica del rapporto aeroilluminante sarà garantita da due lucernari (dimensioni in pianta cm 120×240) in polimetilmetacrilato trasparente dotati di un sistema di apertura automatico e dalle porte d’ingresso vetrate.

La copertura sarà collegata alla muratura esistente, in mattoni a faccia vista, di altezza maggiore, tramite una scossalina metallica isolata con una guarnizione comprimibile sagomata. Dall’altro lato la copertura metallica sarà invece più alta dell’edificio esistente.

– Spogliatoi ricavati nell’area del cortile interno a quota inferiore al piano di campagna in prosecuzione dell’attuale piano interrato, con una superficie di circa 188 mq. Tale locale è suddiviso in spogliatoi per uomini e per donne con i relativi servizi. La struttura sarà dotata di intercapedine perimetrale.

Superficie totale =38mq

Volume totale =650mc

LA STRUTTURA

La struttura è stata progettata mantenendo gli spazi il più possibile ampi e liberi da intralci. Si è optato per una struttura in cemento armato integrando una struttura in acciaio per la sala d’attesa.

Per i solai si è optato per delle lastre Predalles e per una copertura in lamiera grecata rivestita per la sala d’attesa.

Per i dettagli esecutivi in merito si rimanda alla relazione tecnica specifica.

GLI IMPIANTI

La progettazione degli impianti è stata condotta tenendo conto degli allacci a quelli esistenti e soprattutto cercando di rendere le lavorazioni in fase di realizzazione meno invasive possibile.

Per i dettagli esecutivi in merito si rimanda alla relazione tecnica specifica.

Competenze

Postato il

14 Maggio 2013

Questo sito web utilizza dei cookies, anche di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per negare il consenso a tali cookies, visita la pagina Privacy Policy. Cliccando su accetta manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi